Carattere PiccoloCarattere MedioCarattere Grande
Hotel Acquario
Home
Territorio
Gastronomia
Benessere
Aziende
Annunci
Utility
Blog
Links
News
 
San Martino in Pensilis - Chiesa e Convento francescano Gesù e Maria
Foto
Guardialfiera - Lago Liscione
 
   Sondaggi   
L' amore:
Vota  -  Risultati
Come giudichi il nuovo sito Molise.org?
Vota  -  Risultati
   Top Links   
 
    Territorio --> CB --> Comune di Tufara    
Feste e Tradizioni
Corteo del Diavolo | S. Giovanni Eremita | Sant'Antonio Abate | Sagra degli Spaghetti | Corpus Domini | S. Antonio di Padova | Madonna del Carmine | San Donato | S. Michele Arcangelo | Santa Lucia | Madonna del Rosario
Castelli
Castello Longobardo
Chiese
Chiesa SS. Pietro e Paolo | Cappella B. Giovanni da Tufara | Chiesa S. Maria del Carmine
Storia
Cenni Storici
Archeologia
Un Ripostiglio di Monete
Itinerari
Bosco di Pianella
Nuova Pagina
S. Giovanni Eremita   
------------------------------

Giovanni nacque a Tufara nel 1084.
Dopo essersi accorto di essere un peso per la sua famiglia, nel 1103 decise di trasferirsi a Parigi.
Giovanni scelse questa città perchè era rimasto attratto dalla sua cultura e dal fascino delle sue università. Dopo aver conosciuto e frequentato colti e letterari ritornò in Italia, sostando sul Gargano, in Puglia, e solo in un secondo momento ritornò a Tufara. Purtroppo i suoi genitori era morti per cui decise di abbandonare nuovamente il paese per recarsi nel Monastero di S. Onofrio, sito presso il paese S. Marco dei Cavoti (BN) e retto dal priore Golfredo, dove visse per tre anni.
Giovanni però non soddisfatto del suo stile di vita decise di allontanarsi in un luogo appartato dove si edificò una celletta dove tra digiuni e penitenze visse ben 46 anni.
Il suo animo onesto e candido convinse il Conte Odoaldo, signore di Foiano (BN), a donargli la chiesa e la casa di S. Firmiano, dove avrebbe potuto accogliere tutti coloro che amavano il suo stile di vita.
Sfortunatamente però il posto non era fornito di acqua per cui Giovammi emigrò presso l’Altopiano di Mazzocco, ove nel 1156 inizò la fondazione dell'Abbazia del Gualdo Mazzocca.
Fu proprio qui che morì nel 1170.
Il 28 agosto del 1221, i cittadini di tufara, avvisati della canonizzazione del concittadino, raggiunsero il monastero per ricevere dai vescovi un braccio del Santo.
La reliquia fu portata in processione fino a Tufara nonchè fu nominato patrono del paese.
San Giovanni Eremita viene festeggiato ben tre volte nell’anno: il 24 giugno in occasione del suo onomastico, il 28 agosto in memoria dell’arrivo della reliquia e il 14 novembre nell’anniversario del glorioso transito.
Durante le nove sere che precedono la festa viene dato inizio alla novena.
Il 28 agosto in mattinata dopo la Santa Messa la reliquia del Santo viene dapprima rivestita con un talare ricamato in oro e poi portata in processione per le strade del paese.
Il 14 Novembre viene ricordato il giorno della sua morte ed ogni anno per devozione vengono distribuite “le panelle” che vengono consumate a digiuno e dopo aver recitato il Padre Nostro.

 
Modifica Pagina
Data Evento
 
 
Aggiungi Allegato
US:  
PW:  
Entra
Non hai un account? Registrati
Hai perso la Password?
<giugno 2024>
lmmgvsd
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Feedback | Disclaimer | Preferiti | StartPage | Invia Link
Privacy | Pubblicità | Credits
Comune di Campomarino Tutti i diritti riservati
© Molise.Org
All rigths reserved
Comune di Campomarino