Carattere PiccoloCarattere MedioCarattere Grande
Aliseo ISP
Home
Territorio
Gastronomia
Benessere
Aziende
Annunci
Utility
Blog
Links
News
 
Macchiagodena
Foto
Campobasso - Festa dei Misteri
 
   Sondaggi   
L' amore:
Vota  -  Risultati
Come giudichi il nuovo sito Molise.org?
Vota  -  Risultati
   Top Links   
 
    Territorio --> CB --> Comune di Campomarino    
Feste e Tradizioni
Sant'Antonio | Santa Cristina | Sant'Anna | Madonna Grande
Chiese
Chiesa di Santa Maria a Mare | Nuova chiesa parrocchiale Spirito Santo | Parrocchia S. Anna | Santuario Madonna Grande in Contrada Cliternia
Storia
Cenni Storici
Archeologia
Il Villaggio di Campomarino
Itinerari
Campomarino Lido
Nuova Pagina
Cenni Storici   
------------------------------

Il territorio di Campomarino è stato abitato sin dalla più remota antichità: risalgono, infatti, all’IX-XVIII secolo a.C. i resti dell’insediamento scoperto nel 1980 in località Arcora.
In epoca romana l’odierno paese probabilmente corrispondeva con Cliternia, ma sicuramente esso esisteva in epoca longobarda, infatti, nonostante è stata distrutta più volte durante le invasioni barbariche, riuscì a risorgere ed a divenire centro di primaria importanza longobarda e normanna.
Anticamente posta sul mare Campomarino dista oggi dalla costa un paio di km posto su un piccolo sprone alla destra della foce del fiume Biferno.
Durante il medioevo, la storia del paese fu molto travagliata: all’inizio del periodo angioino, infatti, il paese apparteneva al feudo della famiglia d’Alneto, poi, nel XV secolo, passò sotto il dominio dei Monforte per essere successivamente donato da Cola Monforte alla Corte Regia.
Il paese era rimasto duramente danneggiato dal terremoto del 1456 ed il feudo era divenuto quasi deserto: nel XV secolo però questo venne ripopolato dai profughi albanesi, costretti a lasciare la terra natale a causa dell’avanzata dei turchi nei Balcani.
Correvano gli anni che vanno dal 1461 al 1470, Giorgio Castriota Scanderberg (principe di Krujia Albania), inviò un corpo di spedizione di circa 5.000 albanesi guidati dal nipote Coiro Stresio in aiuto a Ferrante I d’Aragona nella lotta contro Giovanni d’Angiò.
Per i servizi resi, furono concessi al principe Scanderberg diritti feudali su Monte Gargano, San Giovanni Rotondo e Trani e fu concesso ai soldati e alle loro famiglie di stanziarsi in ulteriori territori.
I coloni albanesi rifondarono le terre e vissero convivendo con le popolazioni locali quindi, anche Campomarino, subisce l’influenza di queste colonie e né conserva antichi usi ed un tipico dialetto.
Dopo vari governi, tra cui spicca quello del conte Manelfrido dal 1503, il potere passò alla famiglia Di Sangro, la quale fu l’ultima titolare del paese.

 
Modifica Pagina
 
 
Aggiungi Allegato
US:  
PW:  
Entra
Non hai un account? Registrati
Hai perso la Password?
<giugno 2024>
lmmgvsd
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Feedback | Disclaimer | Preferiti | StartPage | Invia Link
Privacy | Pubblicità | Credits
Aliseo ISP Tutti i diritti riservati
© Molise.Org
All rigths reserved
Comune di Campomarino