Carattere PiccoloCarattere MedioCarattere Grande
Hotel Acquario
Home
Territorio
Gastronomia
Benessere
Aziende
Annunci
Utility
Blog
Links
News
 
Larino - San Pardo
Foto
Duronia - La Civita
 
   Sondaggi   
L' amore:
Vota  -  Risultati
Come giudichi il nuovo sito Molise.org?
Vota  -  Risultati
   Top Links   
 
    Territorio --> CB --> Comune di Roccavivara    
Feste e Tradizioni
San Giuseppe | Madonna del Canneto | San Rocco | Sant'Emidio
Chiese
Chiesa S. Maria del Canneto | Chiesa S. Michele Arcangelo
Storia
Cenni Storici
Archeologia
Villa Rustica
Nuova Pagina
Chiesa S. Maria del Canneto   
------------------------------

La chiesa di Santa Maria del Canneto e’ ubicata nella campagna di Roccavivara, nelle vicinanze del fiume Trigno.
Questa zona venne denominata canneto data la presenza della flora, caratteristica del paesaggio fluviale.
Le prime notizie sulla chiesa risalgono al 706 d.C.
Un attestato, menzionato nel Chronicon Volturnense, riferisce della donazione di una chiesa, da parte del duca di Benevento, ai Benedettini di San Vincenzo al Volturno.
Questo attestato riferiva anche che una chiesa nei pressi del fiume trigno, era stata distrutta da un incendio, nonche’ abbandonata dagli abitanti del luogo.
Il duca con molta probabilita’ faceva riferimento proprio alla chiesa del Canneto visto che era l'unico edificio religioso presente nella zona.
La ricostruzione avvenne intorno al XII secolo.
Gli elementi architettonici sono lineari e semplici.
Nei secoli VI e VII, la struttura si presentava di piccole dimensioni, formata da una sola navata e con un solo abside.
Nel IX secolo, la struttura venne ampliata con l’aggiunta di due navate laterali.
Grazie alla costruzione di un portico e ll'aumento del numero delle arcate la struttura raggiunse una lunghezza di 22,5 metri.

Nel X secolo venne edificato il campanile, nonche’ fu demolito il portico al fine di creare una quinta arcata.
Nel secolo successivo si procedette alla costruzione di una sesta arcata.
In questo modo pero’ la torre campanaria risultava misera rispetto al prospetto della chiesa.
Nel XII secolo la chiesa raggiunge la conformazione definitiva. 

Attualmente, nonostante le diverse trasformazioni, e’ considerata un gioiello dalle forme architettoniche.
Sia internamente che esternamente, la chiesa appare semplice nelle forme ma e’ nelle peculiarita’ che si riesce ad afferrare la sua vera bellezza
La facciata e’ formata da un portale e dal rosone, ai lati del quale vi sono due leoni, che recano tra le zambe delle teste di arieti.
Il portale si pensa che sia stato edificato con materiale di recupero, disposti in modo non regolare.
La lunetta collocata al di sopra del portale presenta dei bassorilievi raffiguranti l’agnello crocifisso e un leone alato, simbolo del cristianesimo. 
L’architrave della lunetta e’ decorato con un tralcio di vite che simboleggia la vita eterna.

Il campanile e’ separato dalla struttura principale ed e’ caratterizzato da una pianta quadrata.
Le sue mura molto compatte sono decorate da una merlatura e finestre monofore, bifore e trifore.
Al campanile vi si accede grazie ad una porticina collocata, tra la seconda e la terza colonna della navata destra.

La chiesa e’ divisa in tre navate ed ha una copertura a capriate fatta eccezione della navata destra che presenta una copertura con volte a botte.
Le decorazioni dei capitelli sono differenti le une dalle altre; infatti il primo e’ decorato con foglie, il secondo e’ liscio, il terzo, per tre lati, e’ caratterizzato da motivi vegetali, il quarto e’ formato da foglie angolari e infine il quinto presenta l’ abaco liscio.
la chiesa termina con tre absidi.
Il capitello dell’abside centrale, sostiene la statua della Madonna della Vergine.
In simmetria con il terzo arco della navata centrale vi e’ un pulpito caratterizzato da quattro colonne che sorregono tre archi a tutto sesto.
Anche in questo caso le decorazioni dei capitelli sono diverse.
Il primo presenta foglie d’acanto nonche’ e’ scolpita una figura umana, i restanti invece hanno decorazioni vegetali.
La parte superiore della struttura e’ suddivisa in sette nicchie ciascuna delle quali conserva al suo interno delle sculture che riproducono dei monaci.
Alla sinistra del pulpito vi sono due lastre sovrapposte: una riproduce dei tralci di vite, mentre l’altra presenta dei simboli medioevali tra cui la figura di un uomo che indossa un cappello a punta e regge nella mano una coda di animale con la testa umana.
Sull’ altare principale vi e’ una lastra che riproduce l’Ultima Cena.
Nella chiesa vi e’ anche una scultura lignea che raffigura la Madonna del Canneto con in braccio il Bambino.

 
Modifica Pagina
 
 
Aggiungi Allegato
US:  
PW:  
Entra
Non hai un account? Registrati
Hai perso la Password?
<giugno 2024>
lmmgvsd
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Feedback | Disclaimer | Preferiti | StartPage | Invia Link
Privacy | Pubblicità | Credits
Molise.Org - Il portale di chi ama il Molise Tutti i diritti riservati
© Molise.Org
All rigths reserved
Hotel Acquario