Carattere PiccoloCarattere MedioCarattere Grande
Hotel Acquario
Home
Territorio
Gastronomia
Benessere
Aziende
Annunci
Utility
Blog
Links
News
 
Capracotta - Sagra della Pezzata
Foto
Campobasso - Chiesa di San Giorgio
 
   Sondaggi   
L' amore:
Vota  -  Risultati
Come giudichi il nuovo sito Molise.org?
Vota  -  Risultati
   Top Links   
 
    Territorio --> CB --> Comune di Tufara    
Feste e Tradizioni
Corteo del Diavolo | S. Giovanni Eremita | Sant'Antonio Abate | Sagra degli Spaghetti | Corpus Domini | S. Antonio di Padova | Madonna del Carmine | San Donato | S. Michele Arcangelo | Santa Lucia | Madonna del Rosario
Castelli
Castello Longobardo
Chiese
Chiesa SS. Pietro e Paolo | Cappella B. Giovanni da Tufara | Chiesa S. Maria del Carmine
Storia
Cenni Storici
Archeologia
Un Ripostiglio di Monete
Itinerari
Bosco di Pianella
Nuova Pagina
Cenni Storici   
------------------------------

Stabilire con precisione quando sia sorta Tufara è molto difficile, comunque chiare testimonianze archeologiche, mostrano come il territorio sia stato abitato sin dal periodo ellenistico (111-11 sec. a.C.) ed anche successivamente.
Chiara testimonianza sono alcuni ritrovamenti di vasi in ceramica e di una particolare ascia, chiamata “bipenne”, risalenti al periodo alto medioevale.
Tufara riceve il nome dalla roccia di tufo sulla qual è stato edificato.
Nei registri angioini del 1320 il paese è chiamato “Topharia”.
Anche il circondario come detto era abitato sin dal periodo ellenistico, l’origine del paese è fissata intorno al X secolo.
Fino al XIV secolo il paese appartenne alla potente famiglia dei Marzano, i quali lo cedettero ai Gambatesa: questi governarono fino al 1465, anno in cui il possedimento divenne di proprietà del demanio.
Nello stesso anno Ferrante I d’Aragona assegnò il feudo a Giovanni della Candida, che, alla sua morte, lo lasciò alla figlia Lucrezia, la quale, anch’essa morendo, lo concesse alla sorella Eleonora.
Al potere salirono quindi i Crispano, eredi del marito di Eleonora della Candida, ma tale famiglia si estinse nel 1629 ed il feudo passò ai Caracciolo, in quanto uno di essi era marito dell’ultima Crispano.
Successivamente Tufara appartenne ai Carafa, ai Pignatelli ed ai Russo, per poi tornare sotto il comando dei Pignatelli, che restarono al potere fino all’abolizione della feudalità.

 
Modifica Pagina
 
 
Aggiungi Allegato
US:  
PW:  
Entra
Non hai un account? Registrati
Hai perso la Password?
<giugno 2024>
lmmgvsd
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Feedback | Disclaimer | Preferiti | StartPage | Invia Link
Privacy | Pubblicità | Credits
Molise.Org - Il portale di chi ama il Molise Tutti i diritti riservati
© Molise.Org
All rigths reserved
Aliseo ISP